Text: 

Ulaanbaatar – Italia!;

Km 16400;

WE MADE IT!

Dopo più di un anno di preparazione, di quaranta giorni di incessante ed estenuante stanco deambulare, il TEAMujin, con caparbietà e immensa gioia, si appresta a varcare il solenne e atteso traguardo del Mongol Rally 2012.
Gli ultimi km sono costellati da inni di giubilo ed esaltazioni personali.

Riccarda sembra ormai volare, i rumori sinistri sono solo un lontano ricordo ed il team si sollazza tra i ricordi e i pensieri di un viaggio indimenticabile.
Impattiamo con violenza con la caotica e bucolica capitale mongola, venendo subito inglobati dal traffico incessante e maleducato dove, sgomitando con arroganza e spregiudicatezza, ci divincoliamo fino alla Finish Line.
Ad aspettarci ci sarà una passerella d'onore, sulla quale Riccarda ascende nell’Olimpo delle macchine leggendarie, mentre i tre membri del team diventano a pieno titolo veterani e ammirati avventurieri!
Qui termina l'avventura “on the road” del TEAMujin e si apre una parentesi di vita sedentaria a Ulaanbaatar, che vedrà il team dividersi, acquistare un nuovo membro, e porgere gli estremi e malinconici saluti ad una compagna di viaggio insostituibile, indistruttibile, mai doma, eroica e spavalda...Riccarda!
E' il momento del commiato.
Trascorriamo i pochi giorni rimasti girovagando per le surreali, multietniche e occidentali vie di Ulaanbaatar, capitale fantoccio di uno stato incoerente e disorientato.

Si denota il marcato dislivello sociale di questa nazione, che ha per simbolo proprio la sua capitale, città in cui è riunita più della metà della popolazione totale.

Abbiamo la fortuna di visitare il centro Lotus Children, dove purtroppo non troviamo i bambini; sono infatti al Summer Camp a gozzovigliare!
Facciamo comunque in tempo a constatare l'ottima qualità delle strutture, venendo rincuorati dai gentilissimi volontari che svolgono un lavoro eccellente, strappando alla strada questi bambini e crescendoli in un ambiente protetto.
Tra gustosissimi buuz e deliziosi khuurshuur, troviamo il tempo di incontrare Bat, uomo d'affari ed esperto radioamatore, il quale ci mostra la sua sede e ci scorrazza, sul suo fuoristrada, per tutta Ulaanbaatar.
Qui giunge al termine l'avventura del TEAMujin, che visibilmente dimagrito, si appresta a rimpatriare da vincitore.
WE MADE IT!

Dates: 
Giovedì, Agosto 30, 2012 - 10:00
Media Image: 
Progetto: 
MongolRally 2012